Costretta a lavorare con i tacchi, la dolorosa foto della cameriera a fine turno

Una foto pubblicata su Facebook da una cameriera canadese al termine del suo turno di lavoro è diventata subito virale. La ragazza, Nicola Gavins, ha mostrato l’immagine dei suoi piedi insanguinati al termine di una serata di lavoro vissuta sui tacchi.

13177500_10156847226410162_6472253127125477534_n

La giovane ha voluto mostrare il disagio affrontato in un normale giorno di lavoro che l’ha vista camminare per ore tra un tavolo e l’altro con delle scarpe scomodissime. Mentre molti datori di lavoro permettono alle loro ragazze di utilizzare scarpe basse, la catena di ristoranti Joey Restaurants di Edmonton pretende l’utilizzo dei tacchi per migliorare l’immagine delle proprie dipendenti nel locale.
Ma per loro, come dimostra questa immagine, si tratta di una sofferenza atroce. La signorina Gavins ha perso un’unghia ma non ha potuto interrompere il suo turno, continuando senza sosta nonostante il dolore subito. Lo riporta Metro.uk.

Azienda americana paga i dipendenti per dormire: 25 dollari a notte

Una compagnia assicurativa americana specializzata in polizze sanitarie ha deciso che per ottimizzare la produttività dei suoi sottoposti doveva incentivarli a dormire di più. L’Aetna paga i dipendenti affinché riposino almeno 7 ore a notte, il minimo sindacale per assicurarsi una performance diurna soddisfacente.

35434854

“Se sono in grado di dimostrare che dormono 7 ore o più per 20 notti – ha spiegato il Ceo durante il talk show ‘Squawk Box’ della Cnbc, illustrando la sua ricetta che ora rimbalza sui media internazionali – daremo loro 25 dollari in più a notte: fino a 500 dollari in più all’anno” per chi infilerà una serie completa di 20 notti virtuose.

Il manager ritiene infatti che vi sia un legame diretto fra il sonno dei dipendenti, la loro produttività e i profitti della impresa per la quale lavorano. A ispirarlo è stato uno studio della Duke University, secondo cui nelle aziende che investono in programmi di benessere e consapevolezza, la produttività degli impiegati aumenta di 69 minuti al mese.
Insonnia, riposo disturbato o troppo breve rappresentano in effetti un’emergenza in crescita nella società moderna, con rischi di salute documentati da una liste sempre più lunga di studi scientifici. E il tempo dedicato a Morfeo si è ridotto anche in Italia. “Oggi si dorme un’ora in meno rispetto a 10 anni fa. Siamo a meno di 7 ore in media nella popolazione generale”, riferiva Luigi Ferini Strambi,direttore del Centro di medicina del sonno dell’Irccs San Raffaele Turro di Milano e presidente dell’Associazione mondiale di medicina del sonno (Wasm), in un’intervista all’AdnKronos Salute in occasione del World Sleep Day del 18 marzo.

Sonnolenza diurna e ridotte capacità di concentrazione a casa, sul lavoro e al volante, ma anche stress, malattie cardiovascolari, metaboliche e dell’umore. Le minacce per chi ruba tempo ai sogni sono numerose, ammoniscono i medici, e correggere le cattive abitudini può contribuire a dribblarle. In termini di salute, insomma, dormire il ‘sonno del giusto’ paga anche se non si lavora per Mark Bertolini.

Belen furiosa e il gestaccio ai paparazzi. E Stefano torna a casa con Santiago

Se Belen Rodriguez è sempre sotto l’obbiettivo dei paparazzi, Stefano De Martino sta vivendo il post separazione lontano dal mondo del gossip.

20160204_belen-gestaccio-de-martino-santiago

Le attenzioni infatti si sono concentrate tutte sulla showgirl argentina, mentre l’ex marito prosegue sena problemi il suo lavoro alla corte di Maria _De filippi on il suo ritorno ad “Amici”. Tanta pressione ha portato Belen, sorpresa da “Novella2000” durante la festa di Martorana a fare un gestaccio dai paparazzi, mentre Stefano è stato fotografato mentre torna a casa di notte, con la valigia in una mano e il piccolo Santiago addormentato in braccio.

Sposata da vent’anni, scopre che il marito le aveva mentito da subito dopo le nozze

Sposata da 20 anni con il marito scopre di aver vissuto nella menzogna per 2 decenni. Christina Carta Villa, di 59 anni, ha scoperto che il marito Gabriel di 90 anni, divorziò da lei in gran segreto 4 mesi dopo le nozze per tutelare i suoi averi.
L’uomo dopo le nozze, avvenute nella Repubblica dominicana, tornò nel paese per annullare le nozze pochi mesi dopo il matrimonio.

1506213_4616_divorzio_segreto

Per anni ha vissuto con la “moglie” mantenendo il segreto, fino a quando è stata recapitata una strana lettera a casa che ha permesso alla moglie di scoprire quanto era accaduto.
Secondo quanto riporta il Sun, adesso la donna ha deciso di procedere legalmente contro l’ex marito, reo di averla ingannata per anni. La donna si è sempre dedicata al marito, lo ha assistito nella malattia, ha avuto dei figli da lui, ha lasciato il lavoro da insegnante per aiutarlo nella gestione della casa.
«Tutti questi anni di gioia sono stati una menzogna», ha raccontato la donna che ha annunciato battaglia legale.