Trova la moglie addormentata nella culla con la figlia. Il motivo fa venire i brividi

La foto di una mamma addormentata nella culla con la sua bambina di cinque mesi e ha sciolto i cuori di migliaia di persone. Partita dal Michigan, dal profilo Facebook in cui la fotografa Dayna Mager ha raccontato la sua esperienza, è stata condivisa più di 23mila volte, e la storia tradotta in diverse lingue.

35438385

Il post comincia così: “Mi sono infilata nella culla con la speranza di calmare la mia piccolina, che aveva il volto paonazzo e rigato dalle lacrime per le urla dal dolore della dentizione”. Questa la posizione in cui Matt, il papà della piccola Luella, ha trovato moglie e figlia tornando a casa. Dayna continua: “Me ne stavo lì, nel calore di questa splendida, spossante esperienza che si chiama genitorialità, e mi sono ricordata di una promessa che le avevo fatto”.

La Mager prosegue raccontando della prima volta che lei e il marito sono usciti lasciando la loro bambina a casa. Sono stati a un concerto organizzato dalla comunità cristiana e lì hanno incontrato un prete missionario. L’uomo ha raccontato loro di un suo viaggio in Uganda, in cui ha visitato un orfanotrofio. Il religioso spiega di essere rimasto sorpreso dal silenzio della stanza in cui c’erano un centinaio di bambini, così ne ha chiesto il motivo al suo accompagnatore. La risposta è spiazzante: “Dopo circa una settimana che stanno qui, e dopo aver pianto per innumerevoli ore, alla fine smettono quando si rendono conto che tanto da loro non verrà nessuno”.

La spiegazione turba molto Dayna, che scrive: “Sono crollata”. Quella stessa notte la donna è tornata a casa dalla figlia e le ha fatto una promessa: “La promessa che sarei sempre corsa da lei. Quando sta male, quando è triste, ci saremo sempre per lei. L’abbracceremo e le insegneremo a prendere le sue decisioni. Le faremo da guida, insegnandole che non c’è nulla di male nel piangere e nel sentirsi tristi”. Proprio per questo motivo, anche se il baby-monitor di Luella suona alle due del mattino, Dayna corre a confortarla.

Dayna non immaginava che il suo racconto potesse diventare d’ispirazione per altre migliaia di mamme, e in un commento successivo al post ha aggiunto che quell’aneddoto del missionario ha gettato una nuova luce sul suo modo di essere madre, aiutandola ad apprezzare anche le difficoltà davanti alle quali si trova ogni genitore.

Fa un ritocchino alle labbra per sentirsi più bella: ecco cosa succede dopo 15 anni

Si fa aumentare il volume delle labbra per sentirsi più sicura del suo apetto, ma dopo 15 anni succede qualcosa di imprevedibile. Jillian Paris, ha 47 anni, e quando ne aveva 30 è riuscita a sconfiggere un cancro alla pelle e ha deciso di farsi un ritocchino per avere maggiore sicurezza in se stessa.

1615151_protesi-labbra

Dopo una serie di punture di collagene Jillian aveva, come riporta il Daily Mail, l’aspetto tanto desiderato, ma dopo 15 anni le sue labbra hanno iniziato a gonfiarsi, ad arrossarsi: «Il mio sistema immunitario stava letteralmente spingendo il prodotto fuori dalla mia bocca. Ero terrorizzata. I medici mi avevano detto che forse mi sarebbero state rimosse le labbra».

La donna inglese è stata costretta a sottoporsi a un costoso intervento per rimuovere le protesi. Purtroppo però la situazione non è migliorata: Jillian ha la bocca piena di cicatrici e dolorante, non riesce a sorridere e per la vergogna nemmeno ad uscire di casa. Oggi la 47enne vuole lanciare un messaggio a tutte le donne che vogliono sottoporsi a interventi estetici invitandole a riflettere molto attentamente sulle loro scelte.

Sfigurata dopo l’incidente e vittima dei bulli, anni dopo si prende la sua rivincita

Quando aveva appena 11 anni fu vittima di un tremendo incidente stradale: l’auto su cui viaggiava insieme alla sorella maggiore e alla cugina finì fuori strada e si schiantò contro un albero. Quel giorno avvenne il primo miracolo nella vita di Chloe Thomson, che sopravvisse dopo essere stata ricoverata d’urgenza e dopo che i medici comunicarono alla madre di prepararsi al peggio.

1604462_ad_199513543

La ragazza, otto anni fa, subì traumi e fratture in tutto il corpo, volto compreso. I medici, per curare ogni lesione, dovettero rimuovere la pelle del viso e ricostruirlo interamente. Seguì un lunghissimo periodo di riabilitazione, durante il quale Chloe riuscì a tornare a parlare con la famiglia ma senza tuttavia ritrovare il sorriso.

1604462_chloet4

I segni dell’incidente e dell’intervento chirurgico, infatti, rimasero sul volto e sul corpo di Chloe per anni. E certe cose, nell’adolescenza, possono significare una condanna: la ragazza fu addirittura vittima di bulli senza cuore, e per un lungo periodo di tempo rifiutò perfino di uscire di casa.

1604462_chloet6

Oggi Chloe ha 19 anni, sta bene, è una ragazza bellissima e di quell’incidente è rimasto solo il lontano ricordo. Lo riporta Metro.co.uk. E ora non ha problemi a raccontare il suo passato: «Quando l’ho reso pubblico, non sono riuscita a non piangere. Ma ora non mi fa più male, mi sento liberata di un peso enorme».

Laura Chiatti incinta col pancino, a pranzo con Marco Bocci ed Enea a Roma

Pranzo in compagnia per Marco Bocci e Laura Chiatti.
La coppia di attori è stata fotografata mentre esce dal ristorante col figlio, il piccolo Enea e alcuni amici.

MARCO BOCCI E LAURA CHIATTI A PASSEGGIO COL FIGLIO

Prima di rientrare nel portone di casa (la coppia in realtà passa la maggior parte del tempo a Perugia) Laura, incinta del secondo figlio, saluta il paparazzo mostrando i primi segni di pancino